Movember: anche Suzuki partecipa alla campagna a scopo benefico

Movember, riconosciuta e identificata a livello mondiale come la campagna “del baffo”, è in realtà molto molto di più. Novembre, infatti, diventa attraverso questa iniziativa il mese dedicato alla prevenzione e alla cura delle malattie che colpiscono gli uomini e di cui si parla molto poco.

Anche il nostro cliente Suzuki ha voluto supportare questa importante iniziativa e, così, sui Social Media, sono stati creati contenuti ad hoc con un concept volto a coinvolgere il maggior numero di persone e ospiti, accomunati dalla passione per il mondo Suzuki Moto GP e mossi dal desiderio di farsi portavoce dei “baffi che fanno la differenza” con l’hashtag #suzuki4movember.

Perché proprio i baffi? “Mo” è l’abbreviazione dell’inglese “moustache”. I baffi sono come il fiocco rosa, famoso per la ricerca contro il cancro al seno femminile, ovvero un simbolo, un modo per tutti gli uomini di dichiararsi uniti nel supporto e nel sostegno della ricerca contro quelle malattie prettamente maschili che ogni anno colpiscono migliaia di persone nel mondo, anche con un’incidenza preoccupante tra i giovani.

Farsi crescere i baffi, dunque, non è più solo un vezzo, ma un vero e proprio gesto di solidarietà. È darsi un cosiddetto “move”, ovvero un obiettivo da raggiungere a partire dal mese di novembre per stare meglio con se stessi, che sia correre tutti i giorni, pedalare, scalare una montagna…l’importante è farlo con costanza, perseveranza e determinazione, senza arrendersi e ottenendo il migliore dei risultati possibile, tutti valori pienamente condivisi dal Team Suzuki.

Visita la Case History dedicata a Suzuki Moto GP.

 

2 novembre 2017